Forum Internazionale OICE sul BIM

L’evoluzione della progettazione: best practice internazionali, strumenti software a confronto.

Milano, 20 aprile 2016
Auditorium Assolombarda Confindustria Milano Monza e Brianza, via Pantano 9

OICE_BIM
 
La premessa è che un evento sul BIM in Italia di così alto profilo e con relatori internazionali non si era mai visto, quindi complimenti ad OICE e a tutti quelli che lo hanno reso possibile.

Il recepimento delle Direttive 2014/23/EU e 2014/24/EU nell’ordinamento italiano

Michele CORRADINO, Consigliere ANAC – Autorità Nazionale Anticorruzione – Italia
 
Il BIM non deve essere solo un altro onere burocratico formale, ma deve aiutare ad elaborare ed individuare l’offerta economicamente più vantaggiosa. Il BIM deve servire alle Pubbliche Amministrazioni per controllare e valutare le offerte delle imprese in maniera oggettiva. Inoltre dovrebbe diminuire l’impatto delle varianti che nel 90% dei casi coincidono con il ribasso d’asta e vengono fatte a una settimana dalla consegna dei lavori.
 
I rischi individuati dall’ANAC nell’introduzione del BIM:
– Restrizione della concorrenza
– Amministrazioni e imprese non ancora in grado di gestire un processo in ambito BIM.
 
La notizia più interessante è che L’ANAC ha sviluppato una bozza di linee guida del nuovo Codice Appalti che vanno verso l’innovazione tecnologica e l’internazionalizzazione.
Effettivamente la bozza viene pubblicata il 29 aprile 2016:

Consultazione pubblica sulle prime linee guida ANAC attuative del Codice dei contratti


 
Purtroppo non si fa nessun riferimento al BIM, si parla di informatizzazione e digitalizzazione solo per i processi amministrativi/contabili utilizzando l’innovativa PEC e programmi informatici per la tenuta della contabilità che comunque dovranno avere come output fogli stampati raccolti in unico registro.
 
Ci saremmo aspettati qualcosa di più…
 

Il BIM e la famiglia dei contratti FIDIC: lo stato dell’arte

Bernd KORDES, Presidente e CEO Lahmeyer, FIDIC – Federazione Internazionale degli Ingegneri Consulenti – Germania
 
Il BIM avrà un DISRUPTIVE IMPACT nei contratti e nelle best practice (soprattutto quando si arriverà al BIM Level 3): nei prossimi 2 anni le regole cambieranno completamente e non si potrà più tornare indietro.
 
Le imprese che sono in crescita in Germania sono quelle che attuano un processo BIM al loro interno già per l’elaborazione dell’offerta della gara d’appalto.
La FIDIC sta lavorando su due fronti per dare una risposta contrattuale a questi profondi cambiamenti :
– Contrattualistica dei computi metrici estimativi
– Definire la figura professionale del BIM Manager
 
Mi ha molto colpito l’umiltà e la sincerità di questa frase:

“L’innovazione non viene dalle persone di 50/60 anni, ma dai giovani; purtroppo il team operativo di FIDIC non è molto numeroso ed ha un’età media alta.”

 
Non so cosa potremo aspettarci dai contratti FIDIC…
 

BIM and the FIDIC family of contracts: a status report – Bernd Kordes at OICE International Forum on BIM from Giacomo Bergonzoni

 

Il BIM in Francia ed in Europa. Perché sono necessari standard internazionali condivisi Il coinvolgimento del Gruppo di Lavoro BIM negli standard ISO e CEN

Christophe CASTAING, Coordinatore del Gruppo di Lavoro BIM dell’EFCA – Federazione Europea delle Associazioni di Ingegneria – e Direttore del progetto BIM dell’EGIS – Francia
 
L’obbiettivo è quello di arrivare a una industria AECO 4.0 (Architecture, Engineering, Construction and Owner-operated). Per farlo bisogna digitalizzare i processi e creare degli standard.
Viene proposto lo standard PPBIM per creare e gestire un dizionario multilingue per le proprietà dei prodotti e i sistemi di costruzione.
Si nota la mancanza di un formato di interscambio dati standard per il PLCS (Product Life Cycle Support).
Castaing fa notare la posizione principale e strategica del Regno Unito nella redazione delle norme ISO e CEN. Successivamente McNaughton risponde alla provocazione scherzando sull’eterna rivalità fra Inghilterra e Francia…ormai ci siamo abituati. Come ha twittato Bilal Succar “l’ogoglio nazionale è la morte del BIM” #NationalPrideIsTheEndOfBIM.
 



 

BIM in France and in Europe – Cristophe Castaing at OICE International Forum on BIM from Giacomo Bergonzoni

 

HS2: un programma da 55 miliardi di sterline basato sul BIM

Andrew McNAUGHTON, Direttore Tecnico HS2 – High Speed Two – Regno Unito
 
Processo efficiente + Pianificazione a lungo termine = BIM
Squisitamente riassunto in una bellissima immagine: https://it.pinterest.com/pin/411868328403934548/
 


 
Un momento simpatico quando McNaughton ha affermato che hanno scelto di implementare il BIM e poi hanno incrociato le dita sperando che tutto andasse bene… umorismo inglese…


 
Lezioni e suggerimenti ricavati dall’utilizzo del BIM in Italferr

Matteo TRIGLIA, Amministratore Delegato Italferr – Italia
 
Italferr ha presentato il suo Change Management partendo dagli obiettivi posti nel 2013 e le azioni che stanno intraprendendo per raggiungerli . Si potrebbe criticare l’intervento dicendo “in Italia si parla solo di strumenti e non di processi”, ma non mi piace trovare sempre il lato negativo di quello che fanno i miei connazionali. Ho apprezzato il taglio molto pratico della presentazione l’unica della giornata, insieme a quella di James Fiske, ricca di casi studio realizzati…con un po’ di effetti speciali…


 
Mi è piaciuto come si è sottolineato l’importanza delle persone nel processo di implementazione BIM:

“L’entusiasmo di chi ha lavorato sui progetti pilota sta trainando l’implementazione e aumentando la collaborazione”.

 

 

Learned lessons and suggestions from BIM applications at Italferr – Matteo Triglia at OICE International Forum on BIM from Giacomo Bergonzoni

 

Introduzione al BIM e presentazione dei suoi potenziali interdisciplinari. Analisi dell’implementazione del BIM nelle organizzazioni.
L’adozione del BIM in un mercato e analisi delle fasi di inserimento. Condivisione della responsabilità di una divulgazione innovativa

Bilal SUCCAR, Valutatore di Rendimenti Strategici, Professore all’Università di Newcastle – Australia
 

L’adozione del BIM è un OBBLIGO

In Australia già 10 anni fa si diceva che il BIM non si può comprare da società di consulenza esterne, ma deve essere implementato all’interno della propria struttura, altrimenti è inutile.
Le slide parlano da sole:

Introducing to BIM and its benefits across disciplines – Bilal Succar at OICE International Forum on BIM from Giacomo Bergonzoni

 

Cos’è un programma esecutivo BIM e come può aiutare una struttura di progettazione? Quali sono le best practice per gestire l’utilizzo del BIM nella progettazione di un’opera? Come possono le strutture recepire il BIM nella loro attività quotidiana?

John MESSNER, Professore di Architectural Engineering alla Penn State University, Direttore del Computer Integrated Construction Research Program-CIC – USA
 
La connessione via web conference dall’University Park ha avuto un innegabile fascino.
Messner ha parlato del Virtual Campus che stanno costruendo e della ricerca che portano avanti riguardo al BIM per il Facility Management. Ovviamente non poteva mancare un accenno all’IPD (Integrated Project Delivery).
 

Pranzo

Cibo ottimo, peccato per l’affollamento, era praticamente impossibile muoversi. Probabilmente è stata una scelta strategica per agevolare il networking.
 

Problematiche inerenti il calcolo e il controllo dei costi nei processi BIM

James FISKE, Direttore Operativo RICS – Royal Institute of Chartered Surveyors
 
Molto interessanti i Key Findins del caso di studio in cui si è rilevato con il laser scanner la sede del RICS e si è prodotto un modello per elaborare un computo metrico
Il Regno Unito considera il BIM fondamentale nella sua strategia di sviluppo dell’industria delle costruzioni.
Il BIM, come tutte le cose nuove, non è ancora perfetto
Gli strumenti, la formazione e le informazioni sono a disposizione di tutti
I software possono aiutare, ma la collaborazione è ESSENZIALE
Il BIM Execution Plan (BEP) è essenziale per consentire lo scambio di informazioni
IL BIM Toolkit è uno strumento utile per redigere il BEP
Bisogna controllare le convenzioni sulla nomenclatura
Checking, cheking and more checking!
 

Issues concerning cost calculation and control in the BIM process – James Fiske at OICE International Forum on BIM from Giacomo Bergonzoni

 

Software House

Allplan

Flavio ANDREATTA
 

Allplan BIM – Flavio Andreatta at OICE International Forum on BIM from Giacomo Bergonzoni

 

Link al video dell’intervento: https://youtu.be/T1ZzbAHQ4MI
 

Autodesk

Ilaria LAGAZIO
 
Una carrellata di tutti gli strumenti Autodesk a supporto del Processo di progettazione, costruzione e gestione di un’opera.
Finale poetico…


 

Link al video dell’intervento: https://youtu.be/DT5LLrks0fY
 

Bentley Systems

Jakub WACHOCKI
 
Un bellissimo intervento sui Processi (non aggiungo BIM altrimenti si potrebbe offendere).


 

Link al video dell’intervento: https://youtu.be/Rk-VqHE-CyQ
 

Graphisoft

Hilario BOURG
 
Graphisoft si conferma leader nel campo openBIM: esportazione in IFC ottimizzata e interoperabilità avanzata.

ArchiCAD BIM – Hilario Bourg at OICE International Forum on BIM from Giacomo Bergonzoni

 

Link al video dell’intervento: https://youtu.be/i_XUDS5rZ4U
 

S.T.A. DATA

Adriano CASTAGNONE
 
Probabilmente ci sono ancora molti professionisti che non sanno cosa sia il formato IFC (vi svelerò un segreto: il formato BIM non esiste!) guardando la presentazione di Castagnone ogni dubbio sarà dissipato.
 

Link al video dell’intervento: https://youtu.be/LKEUlgrLJmU
 

Conclusioni

Non poteva mancare l’intervento del prof. Angelo Ciribini:

Vero e Falso BIM – Angelo Maria Ciribini at OICE International Forum on BIM from Giacomo Bergonzoni

 

Rassegna stampa

Il forum ha avuto un buon ritorno mediatico, se volete leggere altri aricoli eccovi la rassegna stampa:
http://www.oice.it/adon.pl?act=doc&doc=486218
 

The BIM Convention Drinking Game Score

Ringrazio Chiara C. Rizzarda e Claudio Vittori Antisari per aver ideato questo passatempo utile quando le conferenze diventano noiose.
Ho totalizzato 23 sorsi… poteva andare molto peggio!
 
BIM Comvention Drinking Game
 

Finale Poetico

Anche io voglio dare il mio finale poetico…
Aspettando il treno davanti alla stazione di Milano per fare ritorno a Bologna mi sono ritrovato davanti alla scultura “Mela Reintegrata” di Michelangelo Pistoletto. Incuriosito da quest’opera d’arte contemporanea l’ho cercata su google ed ho trovato un’intervista all’autore.
http://www.panorama.it/cultura/arte-idee/michelangelo-pistoletto-spiega-la-sua-mela-reintegrata/
 
Ho rubato le sue parole per dare una nuova definizione di BIM:

“…è la tecnologia che reintegra natura e artificio, portando una terza, nuova visione.”

 
 

Per maggiori informazioni cercate l’hashtag ufficiale su Twitter #OICEBIMforum: https://twitter.com/search?q=%23OICEBIMforum
Se volete saperne di più riguardo al BIM e non avete un account Twitter… fatevene uno…



Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *